28 professionisti del marketing rivelano le più importanti tendenze di marketing da conoscere nel 2019 e oltre

Sia che siate concentrati su ottimizzazione dei social media, guidare più traffico per tuo sito webo qualsiasi cosa e tutto ciò che sta in mezzo, l'unica costante nella vita di un marketer è il cambiamento. Il pubblico cambia e si sviluppa stanchezza dei social mediaLe richieste e gli interessi dei consumatori si spostano, e le piattaforme dei social media diventano la prossima grande cosa che sembra essere diventata da un giorno all'altro (ma che potrebbe passare in secondo piano altrettanto rapidamente). Le continue ondate di cambiamento fanno sì che stare al passo con le ultime tendenze del marketing sia un must per i professionisti del marketing.

Quindi, con l'obiettivo di conoscere meglio le maggiori tendenze del marketing nel 2019 e le tendenze emergenti che si profilano all'orizzonte, abbiamo contattato un gruppo di leader del marketing e abbiamo chiesto loro di rispondere a questa domanda:

"Quali sono le tendenze di marketing più importanti da conoscere nel 2019 e oltre?

Incontra il nostro gruppo di professionisti del marketing:

Continuate a leggere per scoprire cosa hanno da dire i nostri professionisti sulle più importanti tendenze di marketing di cui dovreste essere a conoscenza nel 2019 e oltre.


Alistair Dodds

Alistair Dodds

@EIC_Gruppo

Alistair Dodds è il Direttore Marketing e co-fondatore di Sempre più Circoli SA.

"La tendenza di marketing più importante di cui penso la gente dovrebbe essere consapevole è la scalabilità e il ritorno dell'investimento che deriva dal lavoro con la microinfluencer. Stiamo lavorando sempre di più con grandi reti di micro-impieghiamoinfluencer un grande impegno nelle campagne. La riduzione dei costi rispetto al lavoro con i noti e costosiinfluencer . Non solo, ma la microinfluencer tende ad essere relazionabile con il loro pubblico e c'è più di un gioco di autenticità a portata di mano. Vediamo questa tendenza continuare a svilupparsi solo fino al 2019 e oltre".


Gregory Golinski

Gregory Golinski

@ypsuk

Gregory Golinski è il responsabile del Digital Marketing di Il tuo SpazioParcheggio.it.

"Penso che il marketing di Facebook Messenger sia una strategia incredibile per il 2019. Le tariffe aperte di Facebook Messenger sono del 50-80%. mentre con una campagna e-mail si ottengono solo il 20% di tariffe aperte. 

"Se si aggiunge un popup o uno slider per tuo sito web chiedere ai visitatori se desiderano ricevere gli avvisi sul messenger di Facebook, è possibile far crescere rapidamente una lista enorme di iscritti che apriranno la maggior parte dei vostri messaggi.

"La gente tende a leggere tutti i messaggi che riceve su Facebook messenger, cosa che non accade con le e-mail. Dovreste approfittare di questa grande opportunità di marketing nel 2019.

"Vi consiglio di utilizzare le piattaforme di messenger marketing come Mobilemonkey o Manychat per inviare messaggi al vostro pubblico".


Sean Dudayev

Sean Dudayev

@sdudayev

Sean Dudayev è il fondatore di Marketing gelido. Dopo aver venduto la sua prima azienda, ha deciso di prendere ciò che ha imparato per aiutare altri imprenditori a scalare i loro affari, dando vita a Frootful Marketing.

"Una delle tendenze che sta crescendo ma che viene sottoutilizzata è l'uso dei bot. I bot sono uno strumento di marketing di grande successo, di cui vedrete molto di più nel prossimo futuro. Aiutano enormemente sia con il marketing che con i problemi legati ai servizi. Uno degli usi più grandi che ho visto per loro è quello di aiutare a convertire i lead. Può aiutare a trasformare un normale annuncio pubblicitario in una conversazione, il che aiuta quel cliente a scendere nell'imbuto molto più velocemente di dover aspettare una telefonata o un'e-mail. Può anche aiutarvi a qualificare i lead e aiutarvi a creare processi di vendita specifici intorno a determinati personaggi del cliente, il che vi aiuterà a personalizzare un approccio unico per i clienti con esigenze diverse. Vedo che i bot hanno preso il sopravvento sulla maggior parte degli sforzi di marketing nel 2019 e oltre". 


Antonio Zagoritis

Antonio Zagoritis

@LapigemsGemComp

Antony Zagoritis è l'amministratore delegato di Lapigems Gem Companyuna società di gemme che si procura gemme etiche dall'Africa.

"La Gen Z sta diventando maggiorenne e inizierà a entrare nel mondo del lavoro nel 2019. Ciò rappresenta un'eccellente opportunità di marketing. In quest'ultimo decennio le aziende si sono concentrate molto sui millenni, e per questa nuova generazione è necessario un cambiamento di focalizzazione e di posizionamento di marketing. La responsabilità sociale sembra essere centrale per questa generazione. Nel nostro business della gioielleria e delle pietre preziose, troviamo che più si è trasparenti riguardo alle fonti e più autenticità si può fornire per quanto riguarda la provenienza delle proprie gemme, meglio ci si può relazionare con questo nuovo ed eccitante mercato. Recentemente abbiamo impiegato un software di tipo block chain per rintracciare le nostre gemme fino alla miniera da cui provengono e collegare l'eventuale proprietario privato all'altra estremità della catena. Allo stesso modo, abbiamo avviato una serie di programmi di CSR per migliorare le condizioni di vita dei minatori in queste zone. È un mondo duro là fuori per questi nuovi arrivati e la RSI, le pratiche commerciali etiche e tutto ciò che cerca di contribuire a un mondo migliore e più giusto piace alla Gen Z'ers. ” 


Syed Ali Hasan

Syed Ali Hasan

@F_Jackets

Syed Ali Hasan è un Digital Marketing Manager di Giacche per film. La sua esperienza comprende la gestione di social network, SEO e la scrittura di contenuti.

"Utilizzate i servizi di chatbot nel 2019. Fornire un buon servizio clienti dovrebbe essere la prima priorità, e i chatbot sono progettati per personalizzarlo. Il motivo principale per cui ogni azienda ne ha bisogno nel 2019 e oltre è perché offre un'esperienza interattiva. È un ottimo strumento per affrontare i problemi dei clienti che vogliono risposte immediate o in tempo reale dal vostro marchio. Così, con i chatbot, non è necessario stare seduti davanti allo schermo tutto il giorno per rispondere ad ogni singola domanda che si affronta, lasciando che sia l'IA a fare tutto il lavoro. Tutto quello che dovete fare è creare un tipo di messaggio conversazionale che funzioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7". 


Connie Chi

Connie Chi

@Connie_Chi_

Connie Chi è la fondatrice di Il Gruppo Chiun'agenzia di marketing e branding pluripremiata che umanizza i marchi dello stile di vita. Ha scritto un libro intitolato Branding Without A Brand, dove condivide i suoi segreti su come portare un marchio da zero a eroe.

"In questo momento, con l'arrivo sul mercato dell'ultima generazione con potere d'acquisto, le Gen Z hanno un nuovo insieme di esigenze. La tendenza più grande sarà quella di creare esperienze personalizzate. Questa nuova generazione non è interessata ad essere venduta. Conoscono il loro valore, il che significa che sono alla ricerca di marchi che non solo li ispireranno e li aiuteranno ad esplorare il mondo in modo creativo, ma faranno anche la differenza nella loro vita. Questi nuovi acquirenti capiscono il potere delle scelte e non saranno fedeli ai marchi, ma se un marchio può creare esperienze personalizzate consegnate con comodità, allora hanno la propensione a rimanere in cima alla mente delle Gen Z. Anche questa è una generazione massicciamente creativa, quindi se i brand possono sfruttare la loro creatività per co-creare o addirittura invitarli a far parte dell'esperienza/processo del brand, anche questo incoraggerà questi clienti a rimanere fedeli al vostro marchio". 


Robert Glazer

Robert Glazer

@accelerarepar

Robert Glazer è il fondatore e CEO dell'agenzia di marketing globale di performance, Partner di accelerazione. E' anche co-fondatore e presidente di BrandCycle. Oltre ad essere un imprenditore seriale, Robert ha la passione di aiutare gli individui e le organizzazioni a costruire la loro capacità di sovraperformare.

"I marketer stanno investendo di più nel marketing dei partner. Le aziende stanno investendo di più nel marketing dei partner, poiché sono sempre più spinte a legare le spese di marketing ai risultati. Il partner marketing rende facile per i marketer scalare e aumentare il raggio d'azione rapidamente e il suo quadro di pay-per-performance assicura che le aziende stiano pagando i partner per guidare un'azione di marketing concordata, sia che si tratti di un nuovo cliente, di una vendita, o di un lead. Questa azione può essere top-of-funnel, middle-of-funnel, o bottom-of-funnel. Le commissioni pagate ai partner possono essere personalizzate e adattate a seconda delle prestazioni, e i tipi di partner sono tanto diversi quanto i marchi che promuovono. Il marketing dei partner viene sfruttato in modo più prominente dai marchi più grandi che cercano di espandere il loro raggio d'azione oltre i canali di marketing tradizionali. Stanno scoprendo che i nuovi tipi di partnership - tra cui influencerle partnership da marchio a marchio e le partnership mobile app-to-app - sono un modo attraente per coinvolgere i clienti". 


Jason Lavis

Jason Lavis

@jasonlavis08

Jason Lavis aiuta le PMI del settore energetico con il loro marketing digitale. Jason ha trent'anni di esperienza nelle vendite e nel marketing, gli ultimi otto spesi online. È il fondatore di Innovazioni fuori dagli schemipartner di drillers.com e co-fondatore di Natural Resource Professionals Ltd.

"I marketer hanno molto di cui preoccuparsi. Ogni anno, vediamo che la gente diventa sempre più cieca. Google continua ad aggiungere altri annunci e blocchi di ricerca al di sopra dei nostri risultati organici. Tutti sembrano preferire comprare le loro cose su Amazon. Poi ci sono le crisi esistenziali, come la ricerca vocale e gli assistenti digitali che potrebbero togliere gli occhi dai nostri contenuti!

"Sappiamo che l'IA, l'apprendimento automatico e i grandi dati sono il futuro, ma cosa può fare in media il marketer non esperto? Rimaniamo nelle sabbie mobili dei risultati organici che appassiscono, mentre le piattaforme sociali si affollano di messaggi di indignazione virale?

"Creare un chatbot di IA può aiutarci ad avere un controllo sul futuro. Possono integrarsi con le applicazioni AI di machine learning come Dialogflow di Google. I chatbot stanno diventando sempre più popolari, ora che si combinano in questo modo. Invece dei goffi bots a flusso fisso di tipo sì/no degli ultimi anni, possiamo aggiungere il riconoscimento del linguaggio naturale. Avere l'ultima tecnologia in crescita significa che siamo sempre più avanti rispetto alla concorrenza. ” 


Bill Fukui

Bill Fukui

@Page1Solutions

Bill Fukui lavora nel settore della pubblicità medica, odontoiatrica e legale dal 1995. È il Vice Presidente delle vendite e del marketing per Pagina 1 Soluzioni, LLCUn'agenzia di marketing completa che serve studi legali, chirurghi plastici, studi medici cosmetici, studi dentistici e studi di oftalmologia. 

"I social media basati su foto e video stanno cambiando il modo in cui gli utenti online consumano i contenuti, si impegnano con le aziende e ciò che si aspettano dalle tuo sito web vostre e-mail. La continua crescita e la popolarità delle piattaforme di social media che si concentrano sulle storie, le foto e i video degli smartphone sta cambiando il modo in cui i marketer sviluppano contenuti ad alto coinvolgimento e progettano siti web più efficaci. Non solo è necessario che le foto siano personalizzate rispetto alle immagini di stock, ma anche che abbiano un senso della realtà e una sensazione "dal vivo". Investire in una fotografia più creativa e di alta qualità sta diventando la norma per lo sviluppo di siti web più efficaci. Anche i video continueranno non solo a intrattenere, ma anche a plasmare il modo in cui gli utenti online imparano e pensano. Anche i contenuti video di formato più lungo hanno l'opportunità di essere visti nella loro interezza dagli utenti online che ora guardano programmi televisivi e film attraverso i loro smartphone. I TED Talks e i video "come fare" di YouTube sono esempi di video efficaci che mantengono l'attenzione degli spettatori, a patto che l'argomento sia interessante e che l'informazione abbia un valore". 


Natasa Djukanovic

Natasa Djukanovic

@NatasaD

Natasa Djukanovic è il CMO di Dominio.MEla società tecnologica internazionale che gestisce il dominio internet .ME. Ha trascorso tutta la sua carriera all'incrocio tra social media, leadership e tecnologia, e cerca costantemente di capire il segreto per essere in tre luoghi diversi allo stesso tempo.

"Dallo shopping, alla musica, alle notizie, la ricerca vocale sostituisce i motori di ricerca online. In effetti, Il 22% dei proprietari di altoparlanti intelligenti ha utilizzato il proprio dispositivo per effettuare un acquisto nel 2018. Sarà fondamentale per i marketer ottimizzare la ricerca vocale nelle loro strategie per il resto del 2019 e oltre. Per fare ciò, tenere conto della conversazionalità. Il modo in cui gli individui cercano le risposte suona diverso dal modo in cui digitano le domande su Google. Per impostare il vostro business per il successo della ricerca vocale, i vostri contenuti online dovrebbero utilizzare parole chiave a coda lunga che compaiono nella conversazione per garantire la scoperta del business. Per esempio, un individuo potrebbe chiedere: "Quali sono le migliori marche di lavatrici?" piuttosto che digitare "migliori lavatrici" in una ricerca su Google".   


Tom Hampson

Tom Hampson

@iamhammo

Tom Hampson è il direttore dell'innovazione di Adzooma. È specializzato nell'automazione tecnologica e ha creato una IA specializzata per Adzooma che analizza i conti pubblicitari dei clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

"Penso che l'intelligenza artificiale e l'autenticità siano probabilmente le più grandi. L'intelligenza artificiale è una forma consolidata di tecnologia nella nostra vita quotidiana. Migliora e automatizza i compiti, consentendoci di dedicare il nostro tempo libero a progetti più interessanti. È una tecnologia che esiste da decenni, ma la sua sofisticazione è esplosa negli ultimi anni. Le ricerche vocali, ad esempio, rappresenteranno il 30% di tutte le ricerche entro il 2020.

"In termini di marketing, questo è fondamentale nel modo in cui i contenuti vengono scritti - assicurandosi di fornire soluzioni al problema di un utente nel modo più efficiente possibile. Assistenti personali come Siri, Alexa e Google Home stanno diventando i pilastri di ogni casa, rispondendo a domande a cui non sapevamo nemmeno di aver bisogno di risposte.

"L'IA aiuta anche a creare esperienze uniche basate sulle abitudini e sull'intento dell'utente. Dal punto di vista del marketing, ciò significa che il viaggio del cliente può essere migliorato in modo significativo con la tecnologia automatizzata. La personalizzazione di ogni fase garantisce che l'utente si senta il benvenuto grazie a un tocco personalizzato.

"Bisogna essere autentici anche nel settore del marketing. Il clima politico è saturo di "fatti alternativi" e di ambiguità. Le recensioni negative possono influenzare in modo significativo le conversioni, così come il servizio clienti sub-par. Ora più che mai, dobbiamo essere onesti e trasparenti, poiché la fiducia dei consumatori può creare o distruggere un'azienda. Il marketing basato sulla fiducia è in giro da un po' di tempo e si concentra sull'aiutare i consumatori a dare giudizi informati in base alle loro esigenze e a quelle dell'azienda".


Sole Dahan

Sole Dahan

@Soltanto

Sun Dahan, LL.B, LL.M, MBA, è un avvocato e digital Marketer. È anche co-fondatore e responsabile della crescita presso Legalmente.

"Nel 2019 i consumatori sono molto schizzinosi. Se ci si sforza troppo e si invia troppa posta elettronica, i consumatori potrebbero arrabbiarsi. Nel momento in cui pensano che non gli porti valore (per esempio, educarli e/o offrire troppe promozioni), si libereranno di te. Ciò che funziona meglio è ancora il video e influencer.

"In termini di cosa c'è dopo il 2019? La maggior parte dei marketer sono disposti a provare cose nuove. È così che funziona. Ma questo potrebbe non essere sufficiente. I marketer e le aziende per cui lavorano dovrebbero essere pronti ad adattarsi rapidamente, rispondere ai consumatori ancora più velocemente e prepararsi alle incertezze. La pianificazione sarà difficile perché i marketer non saranno in grado di determinare le tendenze future". 


Ian Dowd

Ian Dowd

@hst

Ian Dowd è responsabile del marketing presso Allenamento ad alta velocitàuno dei principali fornitori di formazione online del Regno Unito. Ian lavora nel settore tecnologico da 20 anni come Direttore Marketing, CMO e Chief Commercial Officer.

"Il marketing torna al futuro. E di nuovo al passato, al tipo di servizio personalizzato che i nostri nonni, o i loro nonni, potevano aspettarsi quando entravano nel loro negozio locale. Solo nel 2019, deve essere scalato in modo che il sito web, l'applicazione, il canale dei social media, l'assistente del negozio, il rappresentante del servizio clienti, il chatbot o l'imprenditore possano dare la stessa esperienza su misura a quel cliente. Le principali tendenze di marketing per il 2019 e oltre:


  • Omnichannel marketing dove ogni fase è congruente e rafforza l'ultimo
  • Personalizzazione attraverso ogni canale
  • Un viaggio del cliente ottimizzato per ridurre lo sforzo per il cliente
  • Protezione dei dati e privacy
  • Autenticità del marchio e fiducia
  • Costruire relazioni con i clienti

"Il marketing Omnichannel, in cui ogni punto di contatto offre un'esperienza congruente e personalizzata e rafforza e si basa su quest'ultimo, è ciò che i marketer hanno bisogno di offrire. Il viaggio deve togliere lo sforzo al cliente in ogni punto - pre e post vendita - e questo vale per il commercio al dettaglio, l'e-commerce, le prenotazioni per le vacanze, le attività per il tempo libero, gli acquisti B2B e i servizi pubblici. Man mano che i millenni iniziano a raggiungere il loro massimo potenziale di guadagno e, insieme ai centenari (nati nel nuovo secolo), costituiscono i gruppi di consumatori più numerosi, il mondo dovrà adattarsi. La promessa di ogni discreto progresso tecnologico dovrà combinarsi per offrire più della somma delle parti. I marchi preferiti dei consumatori dovranno conoscere più informazioni sui loro clienti di quante ne sappiano di loro stessi ed essere visti per proteggere quel privilegio e quel potere. Se utilizzati in modo sicuro e autentico per offrire un'esperienza personalizzata, rilevante e di fiducia, i marketer saranno in grado di costruire relazioni con i clienti che i loro predecessori hanno solo sognato".


Ksenia Shirokova

Ksenia Shirokova

@SarafanTech

Ksenia Shirokova è il COO di Sarafan Technology Inc....un'azienda dedicata allo sviluppo di soluzioni di IA per i nuovi media. Ksenia ha 14 anni di esperienza nel fashion marketing e ha ricoperto ruoli di rilievo presso Next, Stockman e Dermosil Oy.

"Le tendenze di marketing più importanti di cui tener conto nel 2019 e oltre sono:

"1) Una completa personalizzazione

"La personalizzazione è stata dichiarata come il trend n. 1 nel rapporto annuale della rivista McKinsey & Company Agency and Business of fashion magazine. Ed è troppo presto per dire che il tema della personalizzazione è esaurito. Nel 2019 il processo si approfondirà chiaramente. Verranno create offerte speciali per ogni singolo utente. Nel 2019 l'intelligenza artificiale è venuta in aiuto ai marketer. Le tecnologie analizzano grandi quantità di dati: sesso, età, comportamento e geolocalizzazione, e creano messaggi pubblicitari più personalizzati che porteranno a risultati impressionanti.

"2) L'e-commerce si fonde con i media mentre i media si fondono nell'e-commerce

"Negli ultimi anni è emersa una nuova tendenza - le aziende hanno iniziato a sviluppare le proprie piattaforme mediatiche. In breve tempo, sono passate da piccoli blog a veri e propri media con un vasto pubblico di lettori e contenuti diversi. Nel 2019 la tendenza ha iniziato a svilupparsi in direzione opposta. Le aziende del settore dei media hanno iniziato a sviluppare le funzionalità dell'e-commerce. La fusione tra media ed e-commerce appare già molto promettente: i media hanno contenuti riflessivi e coinvolgenti, oltre a un vasto pubblico costante che già si fida del portale. In futuro, possiamo sicuramente aspettarci l'emergere di nuovi progetti cross-media".


Phil Nottingham

Phil Nottingham

@philnottingham

Phil Nottingham è il Direttore Marketing di Wistia.comUna società di software video con sede a Boston, specializzata nell'aiutare le PMI a sfruttare al meglio il video marketing.

"La chiara tendenza nel panorama dei media è che ora è guidato dai singoli piuttosto che dalle pubblicazioni, il che significa che tutti sono ora produttori di media. Questo è il caso di tutti, dai social media per adolescenti influencer agli imprenditori locali. La tecnologia ha ridotto la barriera all'ingresso per la produzione video a lungo termine al punto che chiunque può creare uno show televisivo nella propria camera da letto - tutto ciò di cui ha bisogno è un'idea creativa killer e un po' di personalità.

"Il potere del video nel marketing può ora essere sfruttato da quasi tutte le aziende con una buona storia da raccontare, una chiara proposta per i loro clienti e un valore per il pubblico".


Ron Stefanski

Ron Stefanski

@RStefanski

Ron Stefanski è un consulente di marketing su internet, professore di marketing all'università, e gestisce un portafoglio di siti web di successo focalizzati sull'aiuto alle persone e sulla costruzione di comunità. Ha trascorso più di 8 anni nello spazio di marketing aziendale fino a quando non ha iniziato a lavorare in proprio nel 2014. Insegna Internet marketing e corsi di business in cinque diversi college. Possiede una società di media che consiste in un portafoglio di siti web che vanno da 100.000 visitatori a un paio di migliaia di visitatori al mese, tra cui PrisonInsight.com.

"L'unica tendenza che ho visto emergere molto forte è il influencer marketing per le piccole imprese. Mentre le grandi aziende lo fanno da anni con l'appoggio delle celebrità, è stato interessante vedere quante piccole aziende online iniziano a pagare il digitale influencer per avere il loro prodotto/servizio di fronte a centinaia di migliaia di persone a un costo ragionevole. Penso che questa nuova tendenza sia una tendenza che ha un potere di permanenza, e la amo perché sono sempre le persone con piccole imprese che pagano i social media influencer con le piccole imprese". 


Polly Kay

Polly Kay

@IngleseBlinds

Polly Kay è il Senior Marketing Manager di Tende inglesi. Ha oltre un decennio di esperienza come consulente di marketing digitale e senior marketing manager, al servizio di una vasta gamma di clienti che vanno dalle PMI alle grandi aziende internazionali e alle famiglie.

"Forse meno di una tendenza e più di un'inversione di tendenza: Facebook è fuori discussione. A lungo considerata la piattaforma di marketing che nessun marchio o azienda poteva permettersi di ignorare quando si trattava di identificare e mirare a un pubblico demografico molto ben definito, Facebook alla fine è caduto sulla sua stessa spada nella sua corsa a monetizzare e fornire intuizioni sempre più invadenti ai suoi inserzionisti.

"Considerate le violazioni dei dati ben pubblicizzate della piattaforma, la sua continua copertura negativa da parte della stampa sulla diffusione di notizie false, le politiche di raccolta dati degli utenti non etiche e opache e l'inserimento di annunci personalizzati troppo invadenti, la fiducia del pubblico in Facebook è ai minimi storici.

"Questo ha portato a un significativo livello di abbandono della piattaforma in sé e per sé, ma data la posizione dominante di Facebook sul mercato, è improbabile che questo da solo sia sufficiente a far suonare il campanello d'allarme della piattaforma per i marketer. Tuttavia, l'alto livello di sospetto sia della piattaforma stessa che degli annunci serviti e dei dati degli utenti condivisi su Facebook dai rimanenti utenti significa che il marketing via Facebook dal 2019 in poi difficilmente sarà facile, efficace e redditizio nella stessa misura in cui lo è stato in passato.

"Questo a sua volta significa anche la probabilità che un effetto a catena abbia un impatto anche su altre piattaforme online che fanno parte della famiglia dei collateral di Facebook, tra cui Instagram e WhatsApp.

"Tutto sommato, gli esperti di marketing che cercano di anticipare l'onda, cercheranno già di concentrare la loro spesa pubblicitaria del 2019 e oltre su piattaforme che non sono in alcun modo associate a Facebook, e le cui immagini pubbliche sono molto più pulite e meglio considerate! 


Yana Nirshberg

Yana Nirshberg

@ParadigmNEXT

Yana Nirshberg è un imprenditore seriale, fondatore e socio amministratore presso ParadigmNEXT e HausMortage e Managing Partner di BizCastHQ.

"Le principali tendenze del marketing digitale da conoscere nel 2019 e oltre sono:

"Intelligenza artificiale e ricerca vocale": I risultati della ricerca a clic zero stanno diventando sempre più comuni. Ad esempio, quando gli utenti digitano una domanda in Google, questa genera automaticamente i risultati prima che l'utente abbia fatto clic su Cerca. Lo stesso accade con la ricerca vocale che utilizza dispositivi come Alexa o Google Home: i risultati vengono generati automaticamente. Per questo motivo è importante che i marchi ottimizzino per un SEO che apparirà sulla prima pagina dei risultati del motore di ricerca in modo che sia più probabile che venga generato automaticamente e che appaia in risultati a zero click.

"Contenuto dinamico": I grandi dati stanno cambiando il modo in cui le aziende fanno pubblicità. Gli annunci sono più personalizzati e mirati grazie alle informazioni disponibili per i consumatori. Quando fanno marketing, le aziende devono mostrare come sono utili ai consumatori soddisfacendo le loro specifiche richieste, che possono essere facilmente dedotte da grandi dati, come ad esempio l'estrazione di ricerche popolari su Google dal target di riferimento.

"Mobile First": Quando si progettano siti web o annunci pubblicitari, è fondamentale considerare che ora il mobile ha la priorità sul desktop. Il marketing digitale deve essere compatibile con il mobile, poiché sta diventando più popolare tra gli utenti rispetto al desktop per la sua comodità e accessibilità".


Abbi Whitaker

Abbi Whitaker

@abbiagenzia

Abbi Whitaker è il co-fondatore di L'Agenzia Abbiun'azienda di impegno digitale che fornisce strategie di outreach a destinazioni di viaggio, aziende tecnologiche e marchi B2B.

"Alcune delle principali tendenze di marketing che abbiamo trovato dalla nostra ricerca sono:

"I marchi stanno adottando una voce più autentica mentre cercano di replicare il passaparola marketing -- La gente si fida più degli individui che delle organizzazioni quando si tratta di raccomandazioni su prodotti e servizi. In effetti, il 75% degli utenti agisce dopo aver visitato una pagina del marchio su Instagram che era iper-orientata verso i loro interessi e le loro esigenze. I marchi utilizzano i social media influencer per personalizzare i loro marchi e raggiungere un pubblico molto impegnato.

"Il social media marketing sta diventando più efficace della pubblicità tradizionale: un tempo i marchi potevano affiggere un cartellone pubblicitario o pagare uno spot pubblicitario per invogliare i consumatori a usare il loro prodotto o servizio. Ora, dato che le persone passano 11 ore al giorno sui social media, le marche devono imparare a connettersi con il pubblico su queste nuove piattaforme. Con la crescita dei social network, le persone non sono più disposte ad accettare l'approvazione di una celebrità come vera. Al contrario, le persone guardano ai social media per trovare recensioni autentiche di un marchio.

"Le partnership con i nano & micro social media influencer-- Spesso trascurati, i nano e i microinfluencer possono fornire un approccio autentico e iper-targettativo al marketing digitale del passaparola senza il costo di assumere un mega influencer. Nano e microinfluencer hanno un pubblico più impegnato in quanto il loro contenuto contiene un mix di messaggi di marca e non di marca.

"influencer stanno creando marchi che vanno oltre il 'Gram -- Man mano che lo influencer spazio diventa più competitivo, i creatori di contenuti che mirano a far sì che i social media influenzino il loro lavoro a tempo pieno sono costretti a innovare 'brandizzando se stessi al di là dello schermo'. I marchi possono capitalizzare la nuova tendenza collaborando con influencer i partner per creare esperienze e pacchetti curati". 


Kristin Dyak

Kristin Dyak

@CifereAgenzia

Kristin Dyak è il direttore del marketing digitale di L'Agenzia Cyphers. Kristin è una stratega del marketing digitale che lavora con i marchi lifestyle, consumer, trade e altri marchi B2B e B2C per migliorare la propria impronta digitale attraverso strategie digitali personalizzate a pagamento e organiche.

"Digital Trend #1: Incorporare il video! Una tendenza importante e molto visibile nei media digitali è la crescita costante del numero di marchi che aggiungono il video al loro patrimonio mediatico. Grazie a videocamere sempre più accessibili ma di alta qualità e ad app di editing facili da usare, le aziende di tutte le dimensioni hanno la possibilità di creare video che attraggono il pubblico di massa e aumentano il valore delle loro strategie di video marketing. Le immagini di alta qualità sono fondamentali, sia che si tratti di immagini fisse o in movimento, ma le capacità relativamente nuove di stratificazione in testo, musica e immagini in movimento incoraggiano il pubblico a fermarsi, impegnarsi e conoscere un prodotto o un servizio, quindi vedo questa tendenza crescere solo nel tempo. 

"Digital Trend #2: Influencer Marketing. Poiché influencer il marketing rappresenta una rappresentazione autentica e non aziendale di un marchio e del suo prodotto, è più probabile che il pubblico si fidi più influencer del marketing di un marchio nativo. Questa fiducia si traduce spesso in decisioni di impegno e di acquisto, quindi non c'è da stupirsi che un numero crescente di marchi stia arruolando una varietà diinfluencer, dalle celebrità di A-list ai personaggi dei social media regionali, per promuovere i loro marchi. È probabile che ciò continui ad aumentare man mano che sempre più spesso si influencer acquisisce visibilità in settori di nicchia. 

"Digital Trend #3: Personalizzazione. La quantità di informazioni, prodotti e servizi che inonda i nostri newsfeed e le nostre caselle di posta elettronica possono facilmente diventare rumore bianco visivo. Tuttavia, la personalizzazione può tagliare il disordine e permettere alle marche di connettersi con il pubblico di destinazione, distinguendosi dalla messaggistica generica. I marchi possono utilizzare strumenti relativamente semplici come il targeting degli annunci, gli hashtag e i dati dei pixel per adattare i loro contenuti di marketing digitale al pubblico giusto, quindi sta rapidamente diventando uno standard digitale.


Matthew Ross

Matthew Ross

@TheSlumberYard

Matthew Ross è co-proprietario e COO di Il Cantiere del Pigiama PartyUn sito leader nel settore del sonno e delle recensioni di materassi dedicato ad aiutare i consumatori a migliorare il loro sonno.

"Uno dei maggiori sviluppi di cui i marketer dovrebbero essere consapevoli è la continua tendenza ad abbandonare gli annunci basati sul testo per passare a quelli basati sul video in forma breve. Ci sono diversi punti vendita di tutto rispetto che, entro il 2022, i video di progetto rappresenteranno oltre l'80% del traffico internet. In parole povere, i consumatori preferirebbero guardare i video piuttosto che leggere contenuti statici e il cambiamento diventerà più evidente solo nei prossimi anni. Per questo motivo, i marketer devono adattare i mezzi e le strategie con cui raggiungono i consumatori. Non si può più fare affidamento solo su annunci testuali formulati in modo intelligente. Ci deve essere un elemento di video incorporato nei vostri annunci per raggiungere i consumatori, specialmente i millenni. Abbiamo spostato i nostri sforzi di marketing per essere più focalizzati sul video e finora abbiamo visto un grande miglioramento in termini di impegno".


Yvonne Haendel

Yvonne Haendel

@Yvonne_Haendel

Yvonne Haendel è il Presidente & CCO di IntentData.io, Inc..

"Le tendenze di marketing più importanti sono tutte legate all'evoluzione delle aspettative degli acquirenti. Possiamo parlare di tecnologia, tattiche, canali e piattaforme, ma la nostra opinione come marketer non conta. Quindi credo che la capacità di capire cosa vogliono e di cui hanno bisogno i prospect e i buyer - non di cosa vogliamo parlare - sarà alla base di tutti i cambiamenti importanti del marketing. Ecco perché stiamo investendo molto nello spazio dei dati intenti. Nelle prime versioni si trattava di trovare persone da martellare con il vostro messaggio, ma con l'avvento dei dati a livello di contatti, si sta evolvendo in uno strumento che aiuta a identificare non solo chi è sul mercato, ma dove si trova nel suo percorso e i dettagli del problema che sta cercando di risolvere. Improvvisamente, possiamo aiutarli a connettersi con risorse che risuoneranno e li aiuteranno. Si dice che il grande marketing è davvero aiutare - e questo è finalmente a portata di mano".


Mark Armstrong

Mark Armstrong

@mrstrongarm

Mark Armstrong è un illustratore ed esperto di marketing digitale che gestisce il suo studio di illustrazione da 30 anni.

"Le tendenze di marketing più importanti di cui tener conto nel 2019 e oltre sono:

"1. Un allontanamento da influencer. Ci sono segni di influencer stanchezza. Tanti (per lo più grandi) marchi hanno abbracciato il influencer marketing, abbiamo raggiunto il punto di saturazione. È sempre più difficile fidarsi influencer degli endorsement quando si sa che influencer vengono pagati o comunque compensati. Molti marchi più piccoli si concentreranno maggiormente sui contenuti generati dagli utenti e sulle testimonianze dei clienti.

"2. Un passaggio a posti più brevi. La gente sostiene che si dovrebbero scrivere messaggi lunghi, perché a Google piacciono, quindi sono migliori per il SEO. In senso stretto, questo è vero. Ma bisogna soppesare questo a fronte di brevi intervalli di attenzione e di un eccesso di contenuti in continua crescita. C'è molto da dire per brevità sotto forma di "risposta migliore". Anche i posti più corti sono più adatti a mantenere l'attenzione del lettore.

"“3. 3. Usare i fumetti per spiegare argomenti complessi. L'edizione dell'1-2 giugno 2019 del The Wall Street Journal ha avuto una storia su uno studio di ingegneria che mette il suo contratto di lavoro in formato fumetto per aiutare i potenziali dipendenti a capire meglio cosa ci si aspetta da loro. È stato un grande successo perché ha eliminato un sacco di "legalese". Le immagini mantengono le persone impegnate; il gergo fa il contrario.

"4. Altri messaggi degli ospiti. La maggior parte di noi ha un blog aziendale, ma il numero di lettori è limitato. La maggior parte dei marchi cerca di ottenere più visualizzazioni, rimandando i contenuti a LinkedIn e ad altri canali sociali. Ma tutti questi canali hanno algoritmi che limitano la portata organica; per essere visti, ti costringono ad acquistare annunci. Il guest posting è un'alternativa a costo zero: pubblicate i vostri contenuti su siti di alto profilo con molti lettori.

"5. Una maggiore enfasi sul passaparola. Non si può battere la gente che parla del proprio marchio e ne canta le lodi. I social media aiutano a diffondere la parola, ma prima bisogna far parlare la gente. Jay Baer dice lo si fa con un innesco di conversazione: fare qualcosa per ogni cliente che è così notevole che vorrà condividerlo con i suoi amici. Quando questo accade, i clienti felici fanno il marketing per te".


Ashley Graham

Ashley Graham

@yourbrandista

Ashley Graham è il fondatore e direttore creativo di BrandessoUn'agenzia moderna di marketing e pubbliche relazioni che infonde autorità al marchio attraverso strategie e comunicazioni a base di caffeina.

"L'utilizzo di video attraverso i punti vendita tuo sito web e i canali dei social media è diventato un elemento vitale del marketing mix. Se i marchi o le aziende non incorporano il video nelle loro strategie di marketing, si perdono una grande opportunità di connettersi e di impegnarsi con il loro pubblico target". Il marketing è diventato visivo, e il video è uno dei migliori mezzi da utilizzare per evocare una connessione emotiva con gli spettatori. Il video è diventato un grande strumento di branding, e crediamo che da qui continuerà a crescere".


Avinash Chandra

Avinash Chandra

@BrandLoom

Avinash Chandra è il fondatore e CEO di BrandLoom.

"Le tendenze di marketing più importanti di cui tener conto nel 2019 e oltre sono:

"1. Video SEO: E' un processo di massimizzazione del traffico di un particolare video facendo in modo che arrivi in cima alla pagina cercata. La visibilità video del vostro marchio su un top rank nei motori di ricerca aumenta l'engagement del vostro marchio.

"2. Ricerca vocale: La ricerca vocale sta diventando sempre più popolare, soprattutto tra coloro che usano gli smartphone. Dispositivi come Alexa e assistenti come Siri hanno una precisione di parole del 90%, e un numero sempre maggiore di clienti naviga in internet e fa acquisti utilizzando comandi vocali.

"“3. 3. Personalizzazione: Questa è la forma definitiva di target marketing. È un processo in cui i marchi forniscono pubblicità o messaggi personalizzati al consumatore sulla base del loro comportamento d'acquisto. Questi messaggi fanno sentire il consumatore speciale e lo fanno interagire di più.

"4. Video Marketing: Il marketing visivo è sempre più efficace nel marketing.

"5. Controllo dello spam: Assicuratevi che le vostre e-mail di marketing non siano contrassegnate come spam. Il controllo dello spam assicura che evitino i filtri antispam. Tuttavia, dovreste anche assicurarvi di non inviare troppe e-mail e che il contenuto che inviate sia autentico e coinvolgente".

Serena Holmes

Serena Holmes

@TigrisEventsInc

Serena è il Presidente e CEO di Tigriun'agenzia premiata per il marketing esperienziale e lo staff di eventi. Hanno fornito servizi per i migliori marchi come Apple, Facebook e Burt's Bees. Alcuni dei notevoli successi di Serena includono l'essere stata inserita nella Top 100 delle 100 donne imprenditrici di Profit/Chatelaine e il Bronze Stevie Award for Female Entrepreneur of the Year.

"Il marketing esperienziale è una tendenza che non riceve abbastanza attenzione. Con la maggior parte dei clienti che fanno ricerca online e sono inondati da annunci sui social media, la maggior parte delle tendenze di marketing tende a concentrarsi sullo spazio digitale. Ma nel marketing esperienziale, il pubblico è invitato a interagire con un'azienda in una situazione reale. Questa interazione uno contro uno può fare la differenza. Invece di guardare uno schermo, i clienti creano connessioni tangibili e interattive con i marchi in tempo reale. Infatti, il 93% dei consumatori dice che gli eventi dal vivo sono più efficaci del marketing tradizionale! Non abbiate paura di uscire dallo spazio digitale quando pianificate le vostre iniziative di marketing".


Emily Trenouth

Emily Trenouth

@tribe

Emily Trenouth guida le partnership con i marchi e le agenzie della piattaforma di influencer marketing TRIBE. Ha lavorato con centinaia di marchi, tra cui Diageo, Unilever, P&G, PepsiCo e LEGO, per sviluppare strategie di campagna innovative influencer negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

"1. I link acquistabili su Instagram saranno un gamechanger per i marchi. Questo risolverà direttamente una serie di problemi che i marchi stanno sperimentando intorno all'attribuzione di clic e al ritorno dell'investimento, sia per influencer i post di marca che per i post. Instagram Checkout creerà un'esperienza di shopping in-app senza soluzione di continuità per i clienti, con il risultato di vendite tangibili e ROI. Ma per superare il rumore di una piattaforma sempre più incentrata sull'e-commerce, entrambi i marchi influencer dovranno concentrarsi sulla creazione di contenuti di alta qualità. 

"2. Il contenuto generato dall'utente (UGC) sta ancora dimostrando di funzionare meglio. L'impegno è circa il 28% in più rispetto ai post di marca, quindi i marchi dovrebbero capitalizzare su questo. Avrete difficoltà a tenere il passo con il volume e la varietà di contenuti necessari per la pubblicità digitale se non cambiate la vostra strategia. Le agenzie e gli studi interni non saranno in grado di produrre abbastanza contenuti per mantenere il vostro pubblico impegnato. La cosa migliore è avere una linea diretta con i clienti per ottenere UGC, in modo da poter ottenere contenuti on-demand. Le piattaforme tecnologiche come TRIBE che si collegano influencer con i marchi rendono questo non solo possibile, ma anche incredibilmente conveniente.

"“3. Il video verticale continuerà a dominare il sociale e le piattaforme stanno investendo in questo. Facebook e Instagram continuano a sviluppare le loro capacità in Stories, e Snapchat ha anche recentemente annunciato il lancio del suo nuovo strumento di creazione di annunci chiamato Instant Create. Questo permetterà alle aziende di creare facilmente annunci pubblicitari di marca per il formato video verticale".


Pilastro Shawn

Pilastro Shawn

@juicerio

Shawn Pillar è il Direttore Marketing di Spremiagrumi. È un esperto di gestione dei social media e di strategia dei contenuti. Prima di entrare in Juicer, ha gestito per 7 anni la sua società di consulenza specializzata in marketing digitale.

"Video e trasparenza sono la chiave. Incorporare più video nella vostra strategia di marketing, specialmente il video dal vivo, dovrebbe essere una tattica da portare con voi nel nuovo anno e oltre. Coinvolgere piccoli video didattici o anche utilizzare un feed live durante gli eventi della vostra azienda. Qualche elemento di esperienza dal vivo dovrebbe essere un punto fermo delle nuove campagne. La maggior parte delle persone non solo preferisce i contenuti video, ma anche i video dal vivo, ad esempio su Facebook, ottiene un numero di interazioni 6 volte superiore a quello dei video pre-girati. Anche il video in diretta gioca sull'elemento della trasparenza per un marchio. È grezzo e più realistico. Sappiamo che le persone sono più propense ad acquistare da aziende di cui si fidano. La trasparenza crea fiducia abbattendo i muri tra consumatore e azienda. Un altro modo semplice per creare trasparenza è quello di evidenziare in modo creativo gli elementi interessanti della vostra catena di produzione. Questa tattica funziona indipendentemente dall'industria, che si tratti di sviluppatori di software o di agricoltori".

Uno dei diversi punti in comune nelle risposte e nelle previsioni degli esperti di cui sopra è la continua prominenza (e l'importanza) del video. Se si è appena iniziato con video marketing, dare un impulso ai vostri sforzi installando il Pulsante segui YouTube. Ci vogliono pochi minuti per l'installazione, così potete iniziare a far crescere il vostro pubblico di YouTube oggi stesso!

Informazioni sull'autore
ShareThis

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.

Chi siamo

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.