Come trovare la migliore DSP per le vostre esigenze pubblicitarie

Quale DSP scegliere?

Il piattaforma lato domanda (DSP) è un tipo di software che utilizza l'automazione per aiutare gli inserzionisti a gestire pubblicità programmatica su scala. Gli inserzionisti caricano la creatività, impostano il targeting e stabiliscono un budget per le loro campagne all'interno dell'interfaccia della DSP. Una volta caricata la creatività della campagna, la DSP cerca nella sua rete di editori i siti e le applicazioni mobili che corrispondono ai criteri dell'inserzionista e fa un'offerta per il posizionamento, risolve l'offerta, inserisce l'annuncio e gestisce il pagamento.

Si tratta di una funzionalità estremamente utile per gli inserzionisti, quindi non c'è da stupirsi che ci siano molti DSP tra cui scegliere. Il mercato delle DSP è enorme (13 miliardi di dollari, con un CAGR del 27% previsto per il periodo 2022-2028) e ci sono almeno 38 aziende che producono tecnologie DSP (un altro sito ne ha elencate 53). Per restringere le opzioni, è fondamentale capire quali sono le caratteristiche principali che soddisfano le esigenze specifiche di un inserzionista. Questo articolo spiegherà quali sono i tipi di DSP disponibili, le caratteristiche essenziali e quelle che soddisfano esigenze specifiche, nonché i migliori DSP in base ai vari punti di forza.

Omnichannel o di nicchia? Cosa è meglio?

La DSP migliore per un inserzionista può essere individuata solo considerando ciò che deve fare la DSP. Uno dei modi più semplici per iniziare a restringere la ricerca è considerare i canali che devono essere raggiunti.

Esistono due grandi categorie di DSP: quelli omnichannel e quelli di nicchia. 

I DSP omnichannelsi rivolgono a una serie di canali quali: desktop, video, audio e video. Un DSP omnichannel è inteso come una soluzione completa, ideale per scalare le campagne di sensibilizzazione. 

Le DSP di nicchiasi concentrano principalmente su un singolo canale, come le applicazioni o i video. Alcune DSP di nicchia si concentrano anche su un particolare settore o mercato in quanto esperte di quello spazio. Le DSP di nicchia sono spesso utilizzate quando un inserzionista ha un obiettivo specifico che corrisponde a quello della DSP. Sono anche ideali per obiettivi pubblicitari di tipo mid e bottom of the funnel. 

Per scegliere l'opzione più adatta, bisogna considerare gli obiettivi pubblicitari. Se l'obiettivo è un'ampia notorietà, una DSP omnichannel può essere adatta. In alternativa, se gli obiettivi pubblicitari sono più mirati a un canale o a un pubblico specifico o se l'inserzionista mira a ottenere impressioni di imbuto inferiore, allora una DSP di nicchia può essere più adatta. Un esempio pertinente potrebbe essere quello di un'azienda produttrice di app che vuole raggiungere nuovi utenti con un alto valore di vita, allora una DSP di nicchia specializzata in canali pubblicitari in-app sarebbe l'ideale.

Gestito o self-service? Cosa è necessario fare?

Un altro ottimo modo per restringere il campo delle DSP è quello di considerare se sono disponibili risorse interne per gestire con competenza la DSP e le campagne pubblicitarie programmatiche, oppure se è necessario l'aiuto di un gruppo di servizi DSP. 

Con le DSP self-service, gli inserzionisti possono gestire le loro campagne individualmente attraverso la dashboard. Questo significa che gli inserzionisti hanno il controllo completo delle loro campagne e che non sono necessarie spese aggiuntive per la gestione delle campagne. Il rovescio della medaglia è che gli inserzionisti devono prendere da soli le decisioni di ottimizzazione delle campagne, come le offerte, i budget e il targeting. Per avere successo con questo tipo di piattaforma pubblicitaria, un inserzionista ha bisogno di un team esperto di media buyer o di una sufficiente esperienza nella pubblicità programmatica. Se un inserzionista intende utilizzare la DSP da solo, durante il processo di valutazione deve prestare particolare attenzione all'interfaccia utente e alla facilità d'uso. Più è intuitiva, migliore sarà l'esperienza per il team interno.

Nel caso delle DSP a servizio gestito, l'inserzionista cede il controllo delle proprie campagne al team di assistenza, che di solito viene assunto e assemblato dall'azienda tecnologica della DSP. Si tratta di un'ottima opzione per le aziende che si affacciano per la prima volta alla pubblicità su larga scala o per gli inserzionisti che non hanno tempo e risorse per gestire da soli le campagne pubblicitarie. In alcuni casi, le aziende commissionano la gestione ai trading desk. I professionisti dei trading desk possono anche configurare e gestire campagne su piattaforme demand side per conto di inserzionisti che non hanno tempo o esperienza per il self service. Se si preferisce questa strada, la selezione delle DSP può essere ristretta a quelle che offrono servizi gestiti. Invece di dedicare molto tempo alle demo delle DSP, l'attenzione dovrebbe concentrarsi sui risultati dei team di servizi gestiti, sui costi e sulla dimostrazione di competenza e valore.

Criteri di misurazione per il confronto dei DSP

Dopo aver ristretto l'elenco delle DSP in base alle esigenze degli inserzionisti in termini di canali e servizi gestiti, ecco l'elenco completo delle caratteristiche e dei criteri da convalidare per continuare il processo di individuazione della DSP ottimale. 

  • Omnichannel vs. nicchia - Se un inserzionista vuole fare pubblicità solo su un sito, la DSP associata a quel sito potrebbe essere un'ottima soluzione. Se un inserzionista vuole essere sicuro di poter fare pubblicità ovunque, allora la scelta migliore è l'omnichannel. 

  • Self-service o managed - Le risorse disponibili all'interno dell'azienda determineranno se è meglio utilizzare una DSP self-service o se è necessario ricorrere ai servizi di una società di DSP. In alternativa, un inserzionista può avvalersi di un'agenzia pubblicitaria che può utilizzare le DSP appropriate in base alle necessità.

  • Numero di ad exchange e di SSP - Il numero di exchange e di SSP è pari a quello degli ad exchange e delle SSP. SSP (Piattaforme lato offerta) che il DSP ha accesso influisce sul numero di persone che possono essere raggiunte. In genere, un numero maggiore di persone è meglio, ma può riflettersi in termini di costi. Se sono necessari solo pochi utenti, è sufficiente verificare le integrazioni.

  • Portata geografica - Scoprite a quali aree geografiche ha accesso il DSP, se è importante avere una presenza in determinati mercati, soprattutto a livello internazionale.

  • Integrazioni con le DMP - Oltre alle integrazioni della DSP con gli ad exchange e le SSP, molti inserzionisti vogliono anche integrare la DSP con le loro DMP (Piattaforma di gestione dei dati) o partner di dati per migliorare il targeting e l'ottimizzazione degli annunci. Assicuratevi che il vostro sia nell'elenco per un processo di integrazione semplice.

  • Criteri di targeting - Molti inserzionisti hanno fattori unici per il targeting degli annunci. Ad esempio, un'azienda che vende alcolici deve assicurarsi di poter filtrare il proprio pubblico in base all'età. Assicuratevi che il DSP disponga dei filtri necessari per indirizzare il pubblico desiderato.

  • Soddisfazione del cliente - Verificate le recensioni dei colleghi per assicurarvi che il DSP funzioni nell'uso come in una dimostrazione.

  • Formazione e assistenza - Se scegliete il self-service, assicuratevi che sia possibile accedere facilmente a un'ottima documentazione di supporto e all'assistenza dal vivo.

  • Facilità d'uso - Chi sceglie il self-service deve anche assicurarsi che l'interfaccia utente sia logica, in modo che il trasferimento delle conoscenze sia privo di attriti quando gli utenti cambiano. 

  • Gestione delle lingue - Se è importante raggiungere un pubblico globale utilizzando molte lingue, assicuratevi che il DSP renda il più semplice possibile (leggi: automatizzato) questo compito.

  • Costo - Il prezzo deve rientrare nel budget rispetto al valore che fornisce. La maggior parte dei fornitori di DSP dispone di ottimi strumenti per calcolare il ROI e dimostrare il valore.

La parte più importante della valutazione delle DSP consiste nel valutare quanto queste caratteristiche siano critiche per l'inserzionista. Ad esempio, raggiungere il Brasile e tradurre gli annunci in portoghese è un must-have? Un "nice-to-have"? O non è affatto necessario? Se fate questo lavoro interno, la valutazione delle DSP sarà molto più semplice.

Le migliori DSP da considerare per le varie esigenze degli inserzionisti

A volte il modo migliore per iniziare a restringere la ricerca di DSP è semplicemente quello di osservare quali fornitori sono vincenti nello spazio. Ciò può avvenire attraverso la quota di mercato, la soddisfazione dei clienti o la direzione strategica che stanno prendendo con il continuo deprezzamento dei cookie. Ecco gli elenchi dei principali fornitori di DSP in queste aree per consentire agli inserzionisti di iniziare la loro ricerca.

I 10 principali DSP per quota di mercato (come misurato da Datanyze)

  1. Piattaforma di marketing di Google
  2. Simpli.fi
  3. Yahoo!
  4. Il banco del commercio
  5. MediaMath
  6. Base
  7. StackAdapt
  8. Cera d'api
  9. ScaleOut 
  10. Roku OneView (ex DataXu)

I 10 principali DSP per soddisfazione dei clienti (come misurato da G2 Crowd)

  1. StackAdapt
  2. Base
  3. AdLib
  4. Viant Adelphic
  5. Eskimi
  6. Simpli.fi
  7. mediasmart
  8. Demandbase
  9. Choozie
  10. Il banco del commercio

I 10 principali DSP per direzione strategica (come scelto dal team di ShareThis )

  1. LiveRamp
  2. Oracle Data Cloud 
  3. Lotame
  4. Viant Adelphic
  5. Xandr
  6. Cadent
  7. Il banco del commercio 
  8. DeepIntent
  9. Yahoo! 
  10. StackAdapt

Selezionare un DSP che funzioni in un futuro senza cottura

Le DSP possono creare un valore incredibile per gli inserzionisti. Permettono agli inserzionisti di controllare il filtraggio e la segmentazione, portano la gestione delle campagne in un'unica piattaforma e possono migliorare l'accuratezza del target. Detto questo, si tratta di una decisione d'acquisto importante, sapendo che il panorama dell'audience matching sta cambiando radicalmente.
Anche se non si tratta di una caratteristica specifica, è fondamentale assicurarsi che il DSP acquistato stia innovando i modi per gestire il targeting e l'acquisto degli annunci in un mondo in cui gli ID dei cookie di terze parti non esistono. Chiedete di parlare con il product management per capire l'approccio del fornitore di DSP al futuro senza cookie. È anche utile esaminare la strategia di integrazione di un fornitore di DSP per indicare che sta introducendo fonti di dati che aggiungono valore in un mondo senza cookie. ShareThis è una delle fonti di dati da ricercare. È possibile trovare i DSP con i quali ShareThis si integra qui.

Informazioni sull'autore
ShareThis

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.

Chi siamo

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.