3 segreti per pubblicare una storia virale

Come creare contenuti virali

I memi non sono gli unici media che possono diventare virali online. Anche gli articoli possono. I GIF per gatti possono essere carini, ma le storie hanno ancora il potere di strapparci le corde del cuore e di stimolare il nostro cervello. La domanda è: come si creano contenuti virali? Cosa rende un articolo condivisibile? Siete davvero in grado di prevedere quando il vostro articolo avrà successo e vi invierà una marea di nuovi lettori?

Per aiutare a rispondere a queste domande, analizziamo tre storie recenti che sono diventate virali sul web, e individuiamo cosa gli editori possono imparare da loro.

1. 1. La cospirazione politica del medium

Nove giorni dopo l'insediamento del presidente Trump, l'ingegnere di Google Yonatan Zunger ha pubblicato "Trial Balloon for a Coup? Medio. Il post proponeva una teoria di cospirazione: La prima settimana di ordini esecutivi di Trump potrebbe essere un test per vedere quanto facilmente potrebbe assumere il potere assoluto e rovesciare il governo.

In un giorno, ha ricevuto 12,3K azioni su Medium e anche trended su Twitter con un massimo di 40.000 tweet. Ha aiutato, naturalmente, che influencer e celebrità hanno usato le loro piattaforme per perpetuare la conversazione.

Il takeaway: Presentare una prospettiva unica su un tema di tendenza, soprattutto in un modo che suscita l'emozione dei lettori. La teoria di Zunger ha contribuito a convalidare i sentimenti di paura e frustrazione di molti americani nei confronti delle politiche di Trump - e proprio al momento giusto. Questo ha reso il post immediatamente condivisibile, anche solo per permettere alla gente di dire: "Guarda! Le nostre preoccupazioni non sono infondate. Potrebbe esserci qualcosa di più profondo".

2. Lo sguardo di Business Insider sull'intelligenza

Solo il titolo di questo post è sufficiente a ispirare le persone a condividere: "Le persone intelligenti tendono ad essere disordinate, a stare sveglie più a lungo e a imprecare di più". Pubblicato da Business Insider Internazionale Lo scorso marzo, l'articolo ha generato quasi due milioni di visualizzazioni fino ad oggi. Sembrava essere stato in gran parte condiviso su Facebook, e collegato ad altre importanti pubblicazioni, come LifeHack.

Il takeaway: Racconta ai lettori qualcosa di se stessi, e saranno costretti a condividerlo con i loro amici. Le persone intelligenti possono vedere questo e dire: "Vedi, è per questo che sono disordinato! E le persone disordinate possono vederlo e dire: "Vedi, sono più intelligente di quanto pensi!

3. Il grande scoop di BuzzFeed

Appena un giorno dopo che il nuotatore di Stanford, Brock Turner, è stato condannato alla prigione per aver aggredito sessualmente una giovane donna, BuzzFeed ha pubblicato il rapporto della vittima Lettera di 7.200 parole con un titolo semplice: "Ecco la potente lettera che la vittima di Stanford ha letto ad alta voce al suo aggressore". Come AdWeek ha riferito, la giovane donna ha chiesto specificamente che BuzzFeed rompere la notizia perché aveva "la giusta demografia e le persone giuste".

L'articolo ha generato più di 11 milioni di visualizzazioni in quattro giorni. E per ogni persona che l'ha condiviso, altri 12 l'hanno visto. Ecco cosa ha detto la scrittrice di cultura senior di BuzzFeed News Anne Helen Petersen:

Il tweet di Anne

Il takeaway: Prendi lo scoop, e puoi possedere la conversazione intorno ad un'intera storia. Una volta che BuzzFeed ha pubblicato la lettera, tutte le altre pubblicazioni che riguardano l'incidente, come L'Atlantico e Il Washington Post-ha dovuto collegarsi di nuovo alla fonte, causando il traffico che continuava a inondare di nuovo verso BuzzFeed.

La tua ricetta per una storia virale

C'è un quarto segreto per creare un articolo virale, ed è l'unico che non puoi controllare: il tuo pubblico. Anche se si può essere in grado di prevedere i loro comportamenti, è difficile sapere esattamente cosa riterranno degno di essere condiviso in un determinato momento.

Ecco perché devi concentrarti su ciò che puoi controllare: la tua storia. Trovare un'angolazione unica. Dare alle persone un motivo per continuare la conversazione. Pubblicare al momento giusto. Con questi ingredienti chiave, sarete sulla strada giusta per creare una storia degna del termine "virale".

Se vuoi che i tuoi contenuti diventino virali, rendi facile la condivisione installando più pulsanti di condivisione sui tuoi siti!

Informazioni sull'autore
ShareThis

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.

Chi siamo

ShareThis ha sbloccato il potere del comportamento digitale globale sintetizzando i dati di condivisione sociale, interesse e intenzione dal 2007. Alimentato dal comportamento dei consumatori su oltre tre milioni di domini globali, ShareThis osserva le azioni in tempo reale di persone reali su destinazioni digitali reali.